Ultimate magazine theme for WordPress.

- Advertisement -

Gli occupanti dello stabile occupato a Roma: CI AUTODENUNCIAMO

Tutti solidali con l’elemosiniere del papa dalle mani d’oro. Gli occupanti dello stabile occupato, a due passi da Santa Croce in Gerusalemme a Roma, gli sono riconoscenti per aver riportato l’elettricità nello stabile in cui vivono e si dichiarano pronti ad autodenunciarsi se “qualcuno dovesse prendersela col cardinale”.

La loro presa di posizione è arrivata immediatamente dopo le parole del ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Se in Vaticano vogliono pagare le bollette a tutti gli italiani in difficoltà ci diano un conto corrente. Sostenere l’irregolarità non è mai un buon segnale”.

 

Intanto Areti, la società che per conto di Acea si occupa della distribuzione, ha presentato un esposto contro ignoti per furto di energia.

Si tratta di un atto dovuto che avrà come conseguenza l’apertura di un fascicolo da parte della Procura. Non bisogna dimenticare, però, che l’elemosiniere gode dell’ “immunità” della quale riservata agli alti prelati: dunque, nel caso in cui il cardinale non volesse avvalersene, la Procura di Roma dovrà comunque seguire un iter diplomatico perché si tratta di un cittadino straniero.

 

Comments are closed.