Ultimate magazine theme for WordPress.

- Advertisement -

Non dimenticare le proprie origini

Durante il corso della vita vale un detto: “si sa dove si nasce, non si sa dove si muore”. Oggi più che mai è una realtà. Nella società attuale, che diventa sempre più globalizzata, questo detto frutto della saggezza popolare si è trasformato in una esigenza.

Le cause di tutto ciò possono essere diverse. Credo che quella più importante sia quella legata alla “crisi economica” che avvolge gran parte dei paesi “industrializzati”, insieme alla mancanza di lavoro che è diventata fortemente critica.

Le conseguenze consistono invece in una grande migrazione dei “cervelli migliori”,sia interna che esterna”. Migliaia di giovani sono costretti a lasciare i propri territori di origine, trovandosi proiettati in una realtà per loro “estranea”.

Raggiunta la nuova destinazione si trovano a doversi abituare anche a delle “tradizioni” che non conoscono tralasciando le proprie. E’ un vero “delitto”. In questo modo si rischia sempre di più di porre fine in maniera definitiva a qualcosa radicato in un determinato territorio.

Molto spesso le realtà che pagano questo “scotto” sono prevalentemente quelle dell’Italia meridionale. L’invito che rivolgo a tutti coloro che leggeranno questo articolo è una “preghiera”, quella di portare sempre con voi e custodire come il più prezioso dei tesori le vostre origini insieme alle tradizioni presenti nei paesi nei quali siete nati.

Comments are closed.